B A L C O N E

 

SABRINA BELLINI

 

***

Ti sei fidata

del sogno

in cui ci ballavi.

 

***  

Il ciglio

della paura:

tutta la disobbedienza

che posso.

LETIZIA FANFANI

***

Carezze di vento e scaglie di luce

tendono gli occhi

 

Sirena che chiama

verso praterie nebbiose, colori sbavati

 

Inverto fulmineo i miei passi

mi accovaccio prudente, sorseggio fantasia dietro le sbarre

SIMONA GAGLIARDI

***

Lo que me falta

Le cose della vita
fra 4 mura belle
contenute.

A volte sento lo stretto, che
tu non ci sei
a farmi stare fuori
mentre sono
dentro.

HILDE MARCH

 

***

Apri lo sterno alle correnti,

la luce ti filtra tra le stecche

 

lancia lo sguardo

poggia l’orecchio a terra:

 

da qui, il mormorio sepolto

del disperso, vivo nell’ombra.

BRENDA PORSTER

***

Un balcone, si sa, apre la vista

all’orizzonte di tegole.

 

Il mio balcone è piccolo, introverso,

con la sua frangia di verde

si gira su se stesso, racchiude

una mia intimita’.

EVA TAYLOR

 

Sul balcone

Non sono mai entrata in un palazzo

di strada rumorosa e trafficata
a Buenos Aires.

Non sono mai salita

all’ultimo piano di questa casa 

dalle stanze alte.

Non ho aperto le finestre
e neanche la porta del balcone.
Eppure sento la tua voce:
Sì, ho cambiato opinione.

 
E quando ti racconto questo sogno
mi dici che ho ragione
a Buenos Aires non si respira
e tu hai il diritto di cambiare idea.

Allora è vero,
sono volata dal balcone
giù davanti al portone 

del nostro palazzo.

MASSIMO VEZZOSI

***

un confine di sera traforata di grilli, vuoto sveglio

 

(intorno luci e

sul palato caldo di intonaci,

prima nebbia

nel tenero di denti)

 

(la città in volo conca dove il cielo rovescia)

STEFANIA ZAMPIGA

***

balcone, bocca che si apre

 

 

parola nel mento

vede e si muove

 

si lascia solo scorgere

 

il resto gode

di protezione.

  • Pinterest Icon sociale
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale